Quando l’hype ti frega

Quando l’hype ti frega

13 Luglio 2016 0 Di claudiowaves

L’hype il 90% delle volte, ti frega!

Non c’è nulla da fare, è così da sempre. Fin da quando ci si affidava alle riviste per conoscere in giochi in uscita, sperando di trovare qualche immagine del videogioco (un cazzo di fermo immagine su thegamemachine ) e andavo su di giri come una sgrualdrinella alla sua prima festa liceale. E’ da li che siamo stati preda della pubblicità maniacale e sistematica di alcuni titoli/case:

Paginoni interi stampati a colori (usavo ritagliarli e appenderli a mo di poster in cameretta) con immagini davvero fiche!
…sotto le solite scritte:  “gioco dell’anno” “un’avventura mai vista prima” “mai realizzato un gioco del genere” “non potete non provarlo” “stronzo chi non lo compra”

lo compravi e rimanevi fregato… ti rodeva ammetterlo, ma oramai avevi fatto la cazzata! e mo?? cazzo avevano detto che era bello… che é successo? ma tutte quelle immagini fiche che avevo visto dove stanno??

Ora capite bene che negli anni 80 le locandine venivano realizzate da disegnatori supercazzuti che, su un gioco dal personaggio brutto e ambientazione orribile, riuscivano a tirar fuori la locandina del secolo!

Quante occhiatacce a quei poster… mortacci vostri! 50 mila lire buttate! mo però ci devo giocare per forza… oh me lo farò piacere, ci sarà qualcosa di bello! Qualcosa di bello lo avranno realizzato no? magari più avanti!

e giù a giocare forzatamente a sto gioco. magari il giorno dopo … con la calma e la virtù spirituale a favore. Alla fine qualcosa di positivo lo trovavi eh, ma non era quello che ti aspettavi.

Poi si è passati alla TV (bye bye carta stampata) … finalmente potevamo veramente vedere com’era il gioco! avevamo le prove!

…andò ancora peggio:

Gerry Calà, Roberto Mancini, Walter Zenga sommersi tra pistole laser, Sonic e fasci di luci psichedeliche… dico io, potevamo resistere??? (Si sto parlando di voi SEGA)

GIAMMAI MORTACCI VOSTRI!

Cominciava l’era della console war come la conosciamo oggi! nei centri commerciali Nintento e Sega montate ovunque! potevi giocarci quanto volevi (tanto mamma era a fare la spesa, ottima mossa per non romperle le palle più di tanto) ma poi…” ERO AL BOSS MAMMA CAZZOOOO!! COMPRIAMOLO DAI”

altri soldi, altri giochi (oltre a quello esposto) e altre madonne che manco vi sto a raccontare..

Vogliamo parlare della Nintendo?? Quanto fu bassa la mossa di finanziare un intero film! ho ancora il vhs (rigorosamente registrato da italia 1) che mi portavo in vacanza! Sia mai mi dimenticassi qualche battuta.

ilpiccolomagodeivideogames

“The Wizard” in Italia “il piccolo mago dei videogame”

Non visto a raccontare il film, ho messo la didascalia apposta. Se non lo conoscete, andatevelo a vedere subito e immaginate me, tossico dei videogame, incollato alla tv alla tenera età di 6 anni!

“mammaaaaa la nintendo”
” eccheccazzo bastaaaa, ti attacchi hai già il gameboy”

Questo è il breve riassunto nel tentativo di indurre mia madre all’acquisto dell’ennesima console. Non andò granchè bene, per sua fortuna!
Fossi stato un possessore di Nintendo immaginate l’hype??  L’ultimo Super Mario, la mano per comandare la macchinina, altre pistole per uccidere uccellacci volanti.

powerglove

Ora mi chiedo:

Quanti giochi effettivamente hanno mantenuto le aspettative che mi ero creato?

Quanti giochi comprati alla cazzo di cane, senza averli mai sentiti prima, invece si sono rivelati una gran figata?

Diciamo solo che ho ancora il primo Resident Evil per PC, venduto in scatola di cartone (si, una volta i giochi avevano la scatola di cartone come i giochi di società) ora rigorosamente protetto dentro la cassettiera dei giochi storici e intoccabili. Quel gioco, belli miei, lo comprai A CAZZO DI CANE!!!

Mai sentito prima, fui attirato semplicemente dal soldato in copertina e l’ombra di un ragno… la trama neanche la lessi! Ci stà lo prendo!

STUPENDO!

Invece Wanted?? Rescue Mission??

Tutti a fare la povere come meritano! ammazza che palle!! eppure Zenga si divertiva così tanto…

The following two tabs change content below.
claudiowaves

claudiowaves

Roma at Age Of Game Italia
Videogiocatore dal 1986 con coerenza stilistica 30ennale... Bestemmio davanti alle console esattamente come facevo davanti alla Amiga 500.
claudiowaves

Latest posts by claudiowaves (see all)